Skip to main content

Blog | 30 April 2020

Dai dati per immagini agli approfondimenti su tali dati. Uno step nuovo e innovativo.

Intervista a Frank Pauli, CEO di Cyclomedia

Frank Pauli, CEO di Cyclomedia, parla dello sviluppo della società, dei contenuti che essa propone e dell’importanza che essi rivestono per la sua clientela.   Grazie ai rapidi sviluppi tecnologici quali l’IA (Intelligenza Artificiale), il cloud computing e l’apprendimento automatico, i nostri prodotti hanno compiuto dei grandi passi in avanti. Di conseguenza, riusciamo a essere ancora più decisivi per i nostri clienti sparsi in tutto il mondo.

Dati

“Siamo esperti di immagini a livello stradale da 40 anni. Anche prima che la parola dati diventasse un termine banale usato nella quotidianità, noi già fornivamo ai clienti dati visivi con cui potevano gestire gli spazi pubblici comodamente seduti dietro le loro scrivanie”

Super-visuali

“I nostri dati sotto forma di immagini, della massima risoluzione e qualità, sono consultati da quelle città che stanno per diventare smart cities, dalle società di telecomunicazioni e dai gestori che stanno adattando o espandendo le proprie reti, dalle società di trasporto, dai fornitori di servizi finanziari e dalle società immobiliari che vogliono aumentare le proprie opportunità di business riducendo i rischi.”

Lo step successivo

“Da oltre sette anni, ci stiamo concentrando sul prossimo step da compiere: come riuscire, non solo a fornire dati ma, con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, anche approfondimenti che partano dall’analisi di tali dati? Il nostro team di ricerca e sviluppo (R&D), insieme a una società specializzata con sede negli Stati Uniti che abbiamo di recente acquisito, sta lavorando sodo per raggiungere questo obiettivo.”

Approfondimenti sui dati

“Oggi siamo in grado di fornire quegli approfondimenti sui dati che rispondono alle specifiche esigenze dei nostri clienti i quali, infatti, non hanno più bisogno di analizzare e scandagliare i dati che forniamo loro ricevendo direttamente da noi le risposte che cercavano. E poiché i nostri dati sono estremamente accurati, i nostri approfondimenti sono ovviamente di qualità molto elevata.”

Incendi boschivi

“Un ottimo esempio del valore degli approfondimenti sui dati che forniamo riguarda un grande progetto in corso con una società elettrica californiana. La rete elettrica è stata costruita in gran parte fuori terra aumentando così il rischio di incendi boschivi quando la vegetazione si avvicina troppo ai cavi dell’alta tensione. Noi forniamo a questa società approfondimenti sui dati che mostrano esattamente dove si rilevano i maggiori rischi di incendi boschivi. In questo modo, per loro è possibile adottare misure preventive idonee affinché non si verifichino incendi nei boschi.”

Lo spazio esterno in Olanda

“Questo è l’undicesimo anno in cui ‘abbiamo registriamo’ nei nostri sistemi l’intera Olanda, includendo anche le riprese e le registrazioni aeree effettuate nel corso degli ultimi otto anni. Il nostro database contiene quindi l’intero spazio pubblico all’aperto olandese. Se vogliamo, possiamo quindi anche guardare indietro a 10 anni fa.”

Dall’Europa agli Stati Uniti

“I mercati che serviamo non sono solo quello in cui siamo nati, l’Olanda. Operiamo infatti anche in altri Paesi dell’Europa e negli Stati Uniti. Lavoriamo in stretta collaborazione con città quali Francoforte, Parigi e Istanbul (la più grande area metropolitana d’Europa).

Tra i nostri clienti già annoveriamo circa la metà delle 50 città più estese degli Stati Uniti. Prendiamo New York, per esempio. Registriamo i dati della città due volte all’anno, tra le altre cose per determinarne il “valore immobiliare”. Al momento, oltre alle autorità fiscali di New York, ci sono altri 26 servizi municipali che utilizzano i nostri prodotti e servizi. Ogni giorno migliaia di funzionari processano i nostri dati e analizzano gli approfondimenti che forniamo loro su di essi.

Inoltre, pure le società di telecomunicazioni che stanno espandendo le proprie reti 5G, anche nelle aree metropolitane di Los Angeles e Chicago, gestiscono le proprie operazioni servendosi dei nostri approfondimenti sui dati che noi stessi forniamo loro.”

La sfida che ci attende

“Sarà sempre una sfida trattenere da noi le persone migliori. La competizione è agguerrita, ma noi abbiamo molto da offrire. Il nostro Dipartimento R&D impiega attualmente una cinquantina di dipendenti “vincenti”, persone che amano lavorare in un contesto nel quale tecnologia, innovazione e ambizione personale vanno a braccetto. In generale, i nostri dipendenti rimangono con noi a lungo. Il fatto che stiamo realizzando ecosistemi completi dalla A alla Z, mentre altre società si concentrano solo su alcuni aspetti di essi, li fa sentire molto coinvolti.”

Proud

“Siamo orgogliosi di lavorare per quei clienti che hanno l’ambizione di cambiare, rinnovare e migliorare il mondo. Ci rendiamo sempre più conto che gli approfondimenti sui dati che forniamo loro li aiutano a prendere le giuste decisioni.

L’orgoglio che proviamo si riflette anche sull’equity brand della società, portato a un livello superiore, proprio come è avvenuto per la qualità dei servizi che offriamo alla nostra clientela. Il nuovo sito web esprime i concetti di innovazione e tecnologia come mai avvenuto prima. E sono anche particolarmente soddisfatto del nostro nuovo slogan, “Visualizzare un mondo migliore (Visualize a better world)” che tratta il nostro core business in modo adeguato sotto diversi profili.”

Il futuro

“Il futuro immediato è, naturalmente, offuscato dalla presenza del Coronavirus. Come organizzazione, siamo abituati a lavorare insieme sfruttando il digitale. Fortunatamente, i nostri prodotti sono digitali e quindi, anche in tempi così difficili come questi, i clienti possono fruirne rimanendo comodamente a casa propria. Inoltre, aiutiamo i nostri clienti a ispezionare da remoto o online e a effettuare analisi sul campo.

Ci attendiamo che i nostri prodotti continuino a svolgere per loro un ruolo importante anche in futuro e, con ogni probabilità, in sempre più parti del mondo.”